Tempo ordinario, tempo dello Spirito

Ancora una volta per invito di Settimana ho scritto una riflessione sul “tempo ordinario” – nella quale la liturgia ci ha introdotti da qualche giorno – come “tempo dello Spirito”. L’idea che sviluppo è che lo Spirito santo è dono particolarmente presente nell’“ordinario” della vita della Chiesa e del cristiano; e ne sottolineo due aspetti, quello di “traduzione” (lo Spirito santo “grande traduttore”, guida alla traduzione paziente del vangelo nella vita degli uomini), e quello di “discernimento”, soprattutto di fronte alle difficoltà e chiusure che l’annuncio del vangelo incontra. E se qualche volta fosse lo Spirito stesso a “impedire” l’evangelizzazione (cf. Atti 16!), per sfidare la Chiesa a cercare vie nuove?

L’articolo può essere scaricato gratuitamente dal sito della rivista: clicca qui per il link diretto.