Archivi tag: Albania

don Simon, nuovo vescovo di Sapë (Albania)

Mi ha molto rallegrato la notizia della nomina, avvenuta oggi 15 giugno 2017, di don Simon Kulli a vescovo di Sapë, in Albania. Don Simon ha 44 anni, e ho avuto la gioia di conoscerlo in Albania quando era ancora seminarista, verso la fine degli anni ’90; ordinato nel 2000, ha fatto parte del gruppo dei primi preti ordinati dopo la fine del regime che ha tenuto per decenni l’Albania sotto il pugno di ferro di una dittatura che ha cercato invano di cancellare ogni traccia della fede cristiana dal paese.

A don Simon (l’unico non vescovo nella foto che lo ritrae insieme con i vescovi albanesi nella recentissima visita ad limina) il mio augurio per un episcopato ricco di frutti (così come sarà certamente carico di impegni e fatiche), che faccia germogliare anche tutto ciò che ha seminato il suo predecessore, il vescovo Lucjan Avgustini, prematuramente morto poco più di un anno fa, il 22 maggio 2016.

Il rischio della carità

Ho consegnato in questi giorni per la stampa il libro – di cui ho curato la pubblicazione – che raccoglie scritti di don Luigi Guglielmi. A quindici anni dalla sua morte improvvisa (10 maggio 1996) abbiamo finalmente portato a termine un progetto che era nato già all’indomani della sua morte. Avrà per titolo Il rischio della carità, e sarà pubblicato dalle Edizioni S. Lorenzo di Reggio Emilia.

In sei sezioni, per un totale di 336 pagine, raccoglie diversi testi, alcuni già conosciuti, altri completamente inediti, che riflettono il molteplice e appassionato impegno di don Luigi nel campo della carità, nella ricerca della pace e della non violenza, nel servizio delle chiese giovani (in particolare l’Albania e il Rwanda), nella parrocchia, nella liturgia e nella musica…

C’è proprio ancora tanto da riflettere e da imparare da questo prete mite nell’apparenza, ma tenace come una roccia nelle convinzioni e nell’impegno.

Il libro sarà presentato ufficialmente il 22 settembre 2011 con la partecipazione di mons. Mariano Crociata, Segretario generale della CEI, già compagno di studi (e di composizione di canti liturgici) di don Gigi a Roma.